L'anno del "vivere con grazia",  

tappa n. 3   

abbiamo tanta energia vitale pronta a disposizione se sappiamo come accedervi  

(tempo di lettura 10 minuti) 


 

Bonus :

pesticidi "15 tipi di frutta e verdura  

che è meglio comprare bio"  


dom marzo 2012

L'Intelligenza della Prima Casa, Dominique Hort

Siamo a marzo e avere maggiore bio energia a disposizione è essenziale. Le temperature continuano ad oscillare tra minimi e massimi storici; le richieste per tutti, sia al lavoro che a casa, aumentano; si diffondono influenze di tutti i tipi...

Una delle soluzioni migliori, se non potete diminuire i vostri livelli di stress andando in vacanza o riducendo quello che dovete fare, è avere maggiore energia fisica (bio energetica) a disposizione.

Nell'edizione di febbraio abbiamo parlato degli aiuti biochimici esterni: cibo ed esercizio fisico. Avremmo potuto parlare di sonno, di respirazione e di altro ancora, ma sono argomenti che tratteremo più avanti. Oggi desidero restare nella prima "intelligenza energetica", quella che noi chiamiamo casa della "bio energia", fonte di forza e di saggezza, a cui si può accedere anche attraverso l'eliminazione di inutili e dannose tossine accumulate dal inquinamentocorpo, a causa dell'inqui-namento dell'aria, dell'acqua, del cibo e delle  sostanze chimiche presenti in tantis- simi prodotti che mettiamo sulla pelle o che utilizziamo per lavarci o pulire i locali dove lavoriamo o viviamo.
Sai di essere a rischio tossine?
Completa il seguente questio- nario e ne avrai un'idea più precisa (clicca qui).
Uno studio pubblicato dal "Journal of Occupational and Evnironmental Medicine" ha confermato che persone esposte a dosi, anche modeste, di pesticidi sono 1,13 volte più suscettibili alla possibilità di soffrire di Parkinson in tarda età. Altri studi hanno collegato i pesticidi a cancro, infertilità, tumori al cervello, leucemie infantili, difetti alla nascita, irritazioni di pelle e occhi, problemi ormonali e disturbi al sistema nervoso. Non ti parlerò mai abbastanza di quanto sia importante essere puliti e mangiare cibi con meno tossine possibili.
Guarda qui quanto sono diversi i disegni fatti alcuni bambini della stessa età che vivono nello stesso territorio, ma con la differenza che i primi vivono in una zona ad alto utilizzo di pesticidi agricoli, gli altri in zone collinose meno esposte.
[Bimbi esposti a pesticidi e non.png] Bimbi esposti a...cidi e non.png (110.90 KB)
Oggi desidero però parlare di un altro aspetto di questa casa della bio energia e cioè quello legato alla sua intelligenza.

Ogni casa ha un'energia e una sua intelligenza e queste sono intimamente legate. L'intelligenza della casa della bio energia non può essere utilizzata, al massimo del suo potenziale, se la persona non è "collegata" a tutte le parti del suo corpo.

Tale intelligenza è spesso nascosta in depositi e quindi inutilizzabile; essa è messa in stock nel nostro corpo e specialmente nella nostra colonna vertebrale.
Ti sei mai chiesto come mai le persone si lamentino di mancanza di energia, comprensione, creatività o soluzioni e se tocchi loro la schiena, risulta piena di tensioni, che per definizione sono energia e quindi intelligenza?
La spiegazione è semplice: hanno accumulato vecchi traumi e non sono abbastanza sani per guarirli o andarvi ad attingere quando necessario. È come avere un bel gruzzolo di soldi in banca, ma non possedere il numero di conto o, peggio ancora, neanche conoscerne l'esistenza. Questa capacità di accedere al linguaggio del corpo si chiama consapevolezza somatica.

La prima chiave per accedere all'intelligenza interna, legata a eventi negativi non guariti e quindi accumulata nei tessuti, è quella di essere connessi con il proprio corpo.
È più facile dirlo che esserlo, lo so; e infatti la maggior parte della popolazione ha una consapevolezza somatica (connessione, appunto, con il proprio corpo) molto limitata.
Spesso ascoltiamo o siamo in contatto con il corpo solo nei momenti disperati nei quali esso ci crea dolore. Strategia eccellente, ma fastidiosa per svegliarci dal torpore e dall'inconsapevolezza nella quale viviamo.
Vuoi più energia? Più forza? Maggiore resistenza? Entra allora in sintonia con l'intelligenza che esiste nel tuo corpo.

Clicca qui per il questionario: L'Intelligenza della Prima Casa

Il tuo corpo è in grado di farti sentire ciò che è meglio o peggio fare, in ogni momento. La soluzione più immediata è di saper ascoltare il corpo, accedere, attraverso specifiche strategie, alle zone di tensione, in modo da liberare l'energia che vi si trova bloccata, in modo da essere in grado di usare l'energia di queste ferite e traumi non risolti, come benzina per l'auto guarigione o le attività per la quale si ha bisogno.

Stadio 1
In studio vi abbiamo insegnato lo Stadio Uno degli esercizi d'Integrazione Somato Respiratoria e se non te lo ricordi o non l'hai ancora appreso, hai la possibilità recuperare il terreno perso, partecipando alle serate di Theresa qui in studio (clicca qui  per ulteriori informazioni)  o a fare sedute private con lei o con Thérèse chiamandoci.
Lo consiglio caldamente, perché sono un momento dove si  decide di investire in se stessi, sulla propria salute e sulla capacità di accedere all'intelligenza innata, nella prima casa della bio energia. Connettersi con se stessi, significa essere in grado di interpretare i segnali che il corpo ci invia giornalmente. Saperli capire e soprattutto, saggiamente, saperli ascoltare.
Si tratta, qui e in questo momento, di decidersi ad agire, a fare ciò che si sa che va fatto, a realizzare il proprio progetto, ad abbracciare ancora di più i sogni e la via che si desidera percorrere.
Dai, trasforma ciò che hai appreso in anni di vita in azione e realizza e manifesta, nelle tue abitudini, le pratiche che sai ti porteranno dove vuoi arrivare e come ci vuoi arrivare! Che tu voglia avere più energia a disposizione per lavorare meglio, più a lungo, che tu ne abbia bisogno per giocare meglio a calcio con gli amici o per sciare... che tu desideri maggiore resistenza, che tu ne abbia bisogno per stare maggiormente concentrato a scuola o al lavoro... è essenziale che tu riesca a sapere esattamente quello di cui il tuo corpo ha necessità.
Cosa ti chiede di mangiare oggi? Quanto esercizio fisico fare? Quanto ti chiede di spingere o frenare in palestra? Quanto ha bisogno, il tuo corpo, di dormire?
Tutte domande importanti e per conoscere la risposta devi affidarti alla tua intelligenza bio energetica interna, alla quale puoi accedere, se sai come e  se decidi di farlo regolarmente.
È come prima di partire per un viaggio, quando controlli di aver portato tutto con te, lo stai facendo anche oggi mentre vai al lavoro? Hai dato tutti i mezzi possibili al tuo corpo per essere in grado di parlarti e dirti ciò che è meglio per lui e per te? Bada bene che questo non è un discorso metaforico, ma un suggerimento pratico da applicare nella quotidianità. Altrimenti se non ti sai ascoltare bene, potresti esagerare o sbagliare o non fare abbastanza per una parte di te e, giustamente, il corpo te lo dirà attraverso tensioni, malattie e dolori.
colonna con pianta
Il Metodo Network, con la creazione di una colonna vertebrale fluida dove i messaggi possono passare liberamente attraverso il sistema nervoso, è disegnato per darti queste strategie, se lo pratichi regolarmente. Come ti spiegherò in futuro, ci sono tre modalità principali di gestire il dolore e le malattie e per ognuna la pratica di specifiche modalità di auto guarigione è la chiave alla salute e benessere.
Lavoro nel campo della salute e del benessere da 25 anni, ho seguito decine di migliaia di pazienti, insegno a dottori in tutto il mondo e non è difficile individuare una delle caratteristiche che differenziano maggiormente colui o colei che ha successo  da coloro che invece non riscono ad attualizzare i loro sogni.
La differenza principale sta nel fatto che  una volta capito ciò che deve essere il prossimo passo, una volta scelta la strategia, una volta iniziato il viaggio, chi riesce nella vita, mostra la capacità di essere disciplinato e fare regolarmente e costantemente le piccole cose che finiscono per manifestare nella realtà il sogno.
Quanti di voi sanno quali sono i passi da intraprendere e continuano a non farli come vorrebbero o dovrebbero anche a scapito della salute, oltre che della gioia e benessere generali?
Quanti di voi si accontentano di fare il minimo e magari solo quando è veramente necessario e poi quando la crisi è passata tornano lentamente alle abitudini che hanno creato il problema?
Dai, il 2012 è l'anno in cui diciamo basta alla mediocrità, alla commiserazione, alle scuse, è l'anno in cui daremo il massimo per fare della nostra esistenza un'opera d'arte!


detox-vegetablesE per finire in bellezza ecco la lista degli alimenti cosiddetti sani, e che sani non sono completamente se coltivati con pesticidi, erbicidi e/o fertilizzanti chimici.
Non parlerò dei cibi malsani perché, arrivati nel 2012, spero non sia più necessario ripetere quanto non fa bene mangiare regolarmente dolci, carne, latticini, bevande zuc- cherate, cereali raffinati, ...
Vi rendo invece attenti a che consumiate meno tossine possibili anche scegliendo di mangiar sano. Se infatti è ovvio, a quasi tutti, che i cibi menzionati sopra siano nocivi se mangiati in gradi quantità, non è di comune  conoscenza il contenuto di agenti chimici nefasti in cibi che invece tutti consigliano e cioè nella frutta e nella  verdura.
Nella lista che segue vi riporto i cibi segnalati a seguito di un' indagine dell'Environment Working Group (EWG), un'organizzazione non profit. Mangiando i cibi  della lista, se essi non sono coltivati in modo biologico, potreste essere esposti, giornalmente, a più di dieci (!) tipi di pesticidi. Agenti chimici che non si depositano solo sulla buccia o pelle ma che entrano anche all'interno di questi alimenti. Potete diminuire dell'80% l'esposizione a questi agenti nefasti, se solo mangiate bio o scegliete dalla lista di quelli con meno pesticidi.

La frutta e verdura più contaminata
(suggerimento: comprali Bio!)
1.    mele
2.    sedano
3.    fragole
4.    pesche
5.    spinaci
6.    pesche-noci - di importazione (ndt: negli USA)
7.    uva - di importazione (ndt: negli USA)
8.    peperoni
9.    patate
10.   mirtilli - nazionali (ndt: negli USA)
11.   lattuga
12.   cavoli
Secondo EWG (Environmental Working Group, Gruppo che studia l'ambiente) la più grande percentuale di pesticidi su un singolo pezzo è stata rilevata nelle pesche e nelle mele, con nove pesticidi su una sola mela; nella classifica seguono le fragole, uva di importazione dove sono stati trovati 8 pesticidi su un singolo pezzo di ognuno dei prodotti.

Invece i prodotti con la MINOR quantità di pesticidi residui erano:
1.    cipolle
2.    mais dolce
3.    ananas
4.    avocado
5.    asparagi
6.    piselli dolci
7.    mango
8.    melanzane
9.    melone cantalupo - nazionale (ndt: negli USA)
10.  kiwi
11.  cavolfiore
12.  anguria
13.  patate dolci
14.  pompelmi
15.  funghi

Come eliminare i pesticidi da questi prodotti
Il modo più semplice per essere sicuri che i prodotti che acquistiamo non siano contaminati, è acquistare prodotti biologici.
Inoltre , indipendentemente dal fatto che siano biologici o no, è importante lavarli prima di consumarli.  
Ma, contrariamente a quanto si crede, non è sufficiente lavare semplicemente con acqua o sbucciare la frutta e pelare la verdura per proteggere, noi stessi e la nostra , dai pesticidi. Si riduce la quantità, ma non eliminano totalmente; da qui l'importanza di mangiarli bio, perché non vogliamo pelare/sbucciare comunque prodotti come mele e patate, visto che la loro buccia contiene sostanze nutrienti e antiossidanti.

Anche Marzo è i corso. Avvicinati sempre di più a ciò che vuoi realizzare nella tua vita!
Scegli di aumentare la tua energia nella prima casa della Bio energia e ad aumentare la tua capacità di ascoltarne i messaggi e ad accoglierne l'intelligenza innata che vi si racchiude!
Fatti un bel programma di disintossicazione, mangia più sano, bevi tanta acqua, dormi tanto e bene!
Vieni ad aumentare la tua connessione con te stesso in studio e a migliorare la salute della tua colonna vertebrale e del sistema nervoso...!

Il prossimo mese parleremo della seconda casa, quella dell'energia e dell'intelligenza emotiva.

Buon mese a tutti!
Dominique


Testimonianza

Caro Domi,  

desidero scriverti sull'effetto miracoloso che ha avuto la tua cura di disintossicazione su di me (ndr la cura disintossicante del dott. Hort: vedi www.carpediemvitae.com) .

Da 11 anni e cioè dalla prima gravidanza soffrivo di asma cronica e avevo mille allergie. Questo dovuto a uno scompenso del sistema immunitario. Sono stata visitata da diversi specialisti e mi sono sottoposta a svariate analisi e cure, durante una di queste ho avuto uno shock anafilattico!!!.

Mi ero quasi rasseganta a farmi le mie tre dosi (ogni tanto anche qualcuna in più!) quotidiane di cortisone e a vivere con i bronco dilatatori in tasca quando ho sentito parlare di te! E per fortuna che sono finita nelle mani di Cristian che vistami così concia mi ha proposto di fare la tua cura di disintossicazione.

Le avevo provate quasi tutte per cui una in più o in meno che differenza avrebbe fatto?

Beh la differenza l'ha fatta!!! Eccome!!! Eccomi qui!

Da aprile, da quando finito il mio primo programma di disintossicazione, non ho usato ancora una volta il cortisone e io ho 3+++ all'acaro della polvere!

Ho perso ben 15 kg e sono quasi tormata quella di prima!

E visto che mi sento così in forma, ho deciso anche di curare la mia alimentazione.

Da mesi oramai non mangio più carne, ma moltissimo pesce e alimenti integrali, tofu e soia sono ora ingredienti quotidiani della mia cucina!

E a gennaio ripeterò la cura (di disintossicazione)!

Grazie di cuore!

Una bacio, F.


  dominique hort, chiropratico - centro carpediemvitae - via tavernola 22 - 6949 comano-lugano tel. + 41 91 210 5858        
per appuntamenti: mail@carpediemvitae.com, per la fatturazione: fatturazione@carpediemvitae.com, per tutte le altre informazioni e per i seminari info@carpediemvitae.com
Powered by Wild Apricot Membership Software