Utilizza gli SRI e Migliora la tua salute da subito


Prestate particolare attenzione a ciò che leggerete in questo scritto perché in 25 anni di esperienza clinica e avendo servito a migliaia di pazienti, ho osservato la chiave principale per una vita con più salute, meno dolore e più gioia.
Essere connessi con se stessi, questa è la soluzione per avere più successo nel lavoro, creare relazioni più felici e per trovare una profonda realizzazione nella vita professionale e personale.



“Troppo bello per essere vero!” mi direte, eppure è così: clinicamente, essere sconnessi dal proprio corpo significa non essere in grado di ascoltarne i messaggi, gli allarmi e i suoi richiami al cambiamento.

Ciò è causa della maggior parte delle difficoltà che possiamo incontrare nella vita di tutti i giorni.

Un esempio pratico per aiutarvi a capire in nesso con la vita reale di ciò che sto insegnandovi: la mancanza di connessione neurologica con una regione della schiena, prendiamo la zona lombosacrale per esempio, fa si che eseguiremo dei movimenti sbagliati (senza accorgerci) e ci faremo male, creando tensioni o blocchi vertebrali. Addirittura potremmo non rendercene conto mentre questo sta succedendo, ma solo mesi dopo, dove, raccogliendo una matita caduta per terra rimaniamo clamorosamente bloccati.



Quante volte durante l’esame iniziale osservo regioni del corpo tese, bloccate e sofferenti e il paziente mi assicura che “lì non ho mai male…” proprio a testimoniare la presenza di un’area “sconnnessa” o per meglio definirla: non collegata neurologicamente con la nostra consapevolezza o mente.



Essa soffre, ma neanche la sentiamo e così, non metteremo in atto quegli accorgimenti, non la renderemo più flessibile e stabile o non faremo un lavoro di guarigione per prevenire che non si faccia ulteriormente male.

Il risultato sarà che prima o poi “l’armadio sarà pieno” e  succederà “Il patatrac”.


Il nostro corpo ci parla constantemente, ci dice come sta, dove si trova nello spazio, di cosa necessita e se quello che stiamo facendo lo aiuta, lo fa soffrire o lo rovina. Il problema sta nel non saperlo (o volerlo) ascoltare, nel linguaggio scientifico si chiama “Alessitimia” che descrive l’incapacità di riconoscere, esprimere o verbalizzare le sensazioni o emozioni del nostro corpo. La società occidentale in generale, non insegna o non dà importanza alla connessione interiore e la maggior parte della popolazione soffre in modo più o meno importante, questa mancanza di consapevolezza somatica cioè del corpo.



Ciò rende maggiormente suscettibili ad avere dolori, a soffrire di malattie improvvise e aumenta la % d’incidenti o di mortalità. Perché questo? Perché l’individuo percepisce meno, o non del tutto, gli allarmi che il corpo ha messo in atto per cambiare le cose quando ciò era ancora possibile, auspicabile o prima che fosse troppo tardi. Quando, quindi, la sconnessione è già alla partenza del segnale, quando insomma il cavo della spia d’allarme per la temperatura del motore è sconnesso, siamo veramente nei guai, perché non abbiamo nessuna possibilità di almeno provare a porvi rimedio… o solo dopo che il fumo comincia a uscire dal cofano.



NON DEVE ESSERE COSÌ E SI PUÒ
(O DEVE) VIVERE DIFFERENTEMENTE!


Spero che tu abbia voglia di cambiare o migliorare le cose per te e per chi ti sta attorno, perché la soluzione esiste e si chiama: ricreare una connessione tra mente e corpo. La metodologia che ho osservato nella mia carriera essere maggiormente efficace, considerando i benefici nella loro globalità, è l’applicazione degli esercizi di Integrazione Somato Respiratoria (SRI) associati, se necessario a un lavoro complementare di Analisi Spinale di Network  e/o Metodo Hort™.

Dodici esercizi, unici, efficaci e semplici da apprendere e utilizzare. Mettendo insieme tocco, respiro, movimento e attenzione focalizzata, scoprirai il tuo corpo come mai pensavi fosse possibile. Sarai addirittura sorpreso da quanto egli possa essere in grado di “raccontarti” e quante “vecchie storie e tensioni” ci hai messo in deposito. Sarai commosso dall’apprendere quanta energia, amore e empatia puoi sentire quando hai le strategie giuste per ritrovare una relazione sana tra corpo, emozioni, mente e spirito.




La chiave è apprendere la migliore sequenza e il tipo di respirazione giusta da fare muovendoti o toccando parti del tuo corpo in modo specifico.

Creerai tu la ricetta per una vita diversa, più completa, consapevole e sana. Stiamo parlando di risultati tangibili in una vita reale, non di esperienze mistiche: meno tensioni, meno sensazione di stress e avrai meno l’impressione di avere il mondo sulle spalle… L’applicazione di questi esercizi aiuta la capacità di performance al lavoro, la profondità nelle relazioni, l’efficacia, la creatività, il senso di tranquillità interiore e tanto altro che lasceremo scoprire a voi.




Scegli di dare più vita alla tua vita, decidi di diventare o tornare a essere pilota della tua auto. Diventa più consapevole di ciò che stati sentendo e capace di porre i giusti correttivi e al momento giusto.

Ciò è possibile, anzi, lo so per esperienza, anche necessario o auspicabile. Tu possiedi, perché essere umano, una innata capacità di crescere, guarire e desiderio di diventare persona ancora migliore, il segreto è di conoscere e applicare le strategie giuste e lasciare che l’amore per te stesso possa diventare sempre più (o tornare a essere) la forza trainante per la tua vita.

Facciamo della nostra vita un’opera d’arte!

Ti aspettiamo in studio per insegnarti gli SRI (clicca qui per ulteriori informazioni).









  dominique hort, chiropratico - centro carpediemvitae - via tavernola 22 - 6949 comano-lugano tel. + 41 91 210 5858        
per appuntamenti: mail@carpediemvitae.com, per la fatturazione: fatturazione@carpediemvitae.com, per tutte le altre informazioni e per i seminari info@carpediemvitae.com
Powered by Wild Apricot Membership Software